Visualizzazione post con etichetta Scandiano. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Scandiano. Mostra tutti i post

martedì 14 marzo 2017

IL NUOVO ATELIER DI BARBARA GIAVELLI

I MOSAICI 
DI UNA DONNA APPASSIONATA

Barbara Giavelli davanti ad alcune sue opere, all'interno del nuovo studio


Il nuovo atelier artistico della mosaicista Barbara Giavelli ha aperto i battenti in una bella domenica pomeriggio, a Chiozza di Scandiano, con una inaugurazione gremita per molte ore. Nella sede rinnovata di via Brolo Sotto 86, questo l'indirizzo della fucina artistica, si sono alternati numerosi visitatori, incuriositi da questa forse poco conosciuta espressione artistica e stupiti dalla maestria della giovane donna che, con precisione leggera e decisa, plasma figure in piccole tessere colorate di diversi materiali.
Marmi e smalti si alternano sotto le sapienti mani di Barbara, che ha creato ritratti e fregi, nonché piccoli pendenti per gioielli e originali fibbie. Tra le tante persone che sono intervenute per salutare il luminoso atelier dell'artista e ammirare i suoi capolavori musivi, anche molti amici provenienti da Pietrasanta, luogo di grande afflusso turistico presso cui, già da alcune estati, Barbara Giavelli espone i suoi capolavori.


(Stefania Ferrari)

mercoledì 20 maggio 2015

BARBARA GIAVELLI E IL MOSAICO: AMORE A PRIMA VISTA

UN'ARTE ANTICHISSIMA RIPROPOSTA NEL CONTEMPORANEO

Il mosaico rinasce a Scandiano, in provincia di Reggio Emilia. In una terra di ceramiche, vigneti e castelli, quest'arte tanto antica quanto elegante, trova nuovo splendore tra le mani esperte di Barbara Giavelli, apprezzata mosaicista che ha esteso la sua fama ben oltre i confini nazionali, grazie a opere di grande bellezza.
Attingendo direttamente dalle Muse, da cui il nome stesso di questa tecnica, con abilità e impegno Barbara compone figure e paesaggi, avvicinando infinite tessere di preziosi e rari materiali. Per seguire la via artistica, Barbara ha lasciato ogni altra attività lavorativa, perché “quando scelgo i colori e materiali con cui realizzare un mosaico, quando accosto marmo, oro, smalto e da questo avvicinare si concretizza l'idea che avevo in mente, la soddisfazione che provo è un senso di completezza che è difficilmente spiegabile a parole”, confida.

Barbara Giavelli al lavoro nel suo atelier di Scandiano (RE)


Dipingere solo con un pennello sarebbe per lei una limitazione, perché coinvolgerebbe solo la vista, mentre l'aspetto fortemente materico, fisico, del mosaico le offre un sentiero da esplorare anche col tatto, da utilizzare con eguale sensibilità estetica.
Reduce da concorsi e mostre internazionali, resta comunque molto legata alla sua terra, offrendole spesso omaggi sotto forma di opere, come un ritratto di Peppone e don Camillo esposti in una mostra tenutasi a Brescello, territorio della Bassa reggiana, insieme a tigri e leoni che tanto ricordano le belve feroci di Antonio Ligabue, anch'egli cantore coi pennelli in quelle terre.

La mosaicista con alle spalle un'opera da lei realizzata: un ritratto di Peppone e don Camillo



L'arte musiva ha storia antica, ma l'epoca contemporanea nuovamente apprezza questa tecnica, difficilmente appannaggio femminile e che invece, con la Giavelli, ha trovato un grande talento unito al sentire di donna, con la creazione di opere di notevole bellezza.

Barbara Giavelli indica una delle sue opere più belle e complesse


sabato 10 maggio 2014

LA CREAZIONE DEI MONDI - Mostra di ANGELA BETTA CASALE

LA CREAZIONE DEI MONDI

Mostra personale di


ANGELA BETTA CASALE




a cura di Stefania Ferrari

Figure arcane racchiuse in spirali dorate, personaggi di antiche saghe che rinnovano sortilegi creati dal colore, dame del lago e incantatrici che avvinghiano in amorosi abbracci cercatori del Graal e cavalieri dalle spade scintillanti. Un universo remoto ma sempre vivo nell'immaginario, rinasce e ammalia, trasportando in una terra mai dimenticata e da pochi raggiunta.
Sopra, la bellissima opera che da il titolo alla mostra: "La creazione dei mondi". Un nuovo eppure antico mondo che prende vita nelle storiche sale della Rocca di Scandiano. Un visita a questa mostra rinnoverà la magia e vi porterà in un mondo di leggende mutuate dal mondo celtico, in cui potrete incontrare Merlino e la Dame au triskell, tra splendori di oro e smalti lucenti.

Dal 10 MAGGIO al 9 GIUGNO 2014

sala espositiva 4 Cantoni taberna In Rocca

Rocca del Boiardo (Scandiano – RE)

Mercoledì, giovedì, venerdì dalle 18 alle 01
Sabato, domenica dalle 9 alle 01
Lunedì e martedì chiuso

info: igiardinidiafrodisia@gmail.com